image1 image2 image3 image4 image5 image6 image6 image6 image6

Presentazione del nuovo libro di poesie d'amore di GIUSEPPE TIROTTO con RECITAL in castellanese e italiano, con CRISTINA RICCI
 
INGRESSO LIBERO

domenica 29 dicembre CASTELSARDO, Castello Doria , ore 16:30


Cumentisisìa t'avaragghju amà...

E t'avaragghju amà ancora, puru
candu lu nommu meu
sarà solu l'imprenta disumana
d'un sonu, i’ l'istudaddu
annuggiaddu disertu
di lu to' cori affrisciaddu.
Sordu avaragghju
amà l’indifferènzia
mudda di l'occhji toi,
e lu lampu di risa ad altri offerta
immaghjnèndila sempri e ancora
mea, cumenti li carigni mai
ricivuddi o li no mantinuddi
prummissi, razzuladdi i la to' apàtigga
incustànzia cumenti imbrisculaddi
fogli di fiori
in tramuntani raffigagnosi.

Intumbiddu avaragghju assulvì tutti
li malignidai toi,
chissi chi no amendi, dulurosi,
sei cabazi di dammi, e t'avaragghju
amà senza pritesi, palchì gioia

vera d'amori è amà.

-
Comunque t'amerò
E t'amerò ancora, pure/ quando il mio nome/ sarà solo il calco disumano/ d'un suono, nello spento/ cupo deserto/ del tuo atono cuore. / Sordo amerò l'indifferenza/ muta dei tuoi occhi e il lampo/ di sorrisi ad altri offerti/ immaginandoli sempre e ancora miei, / come le mai ricevute carezze/ o le non mantenute/promesse, rose nella tua apatica/ incostanza come riarsi/ petali/ in tramontane rugose. Ebbro assolverò tutte/ le cattiverie, grandi e piccole,/ che tu, come chi non abbastanza ma,/ sei capace di dare, e t'amerò/ senza pretese/ perché gioia vera d'amore è amare.

ACIT OLBIA C.F. 91012700901 - Impressum / c2012